Author Archive
Il prestigiatore fiorentino

Il prestigiatore fiorentino

Abbiamo un nuovo prestigiatore di rango assoluto, stavolta di scuola fiorentina. Siori e siore, sor Matteo farà il miracolo in diretta per voi: taglia le tasse, non tocca le spese e riduce pure il debito pubblico. Veramente un grande. Le tre carte del mago, come nel famoso gioco, sono state giocate a distanza ravvicinata, sotto...
Europa delle due misure alla sfida finale

Europa delle due misure alla sfida finale

E’ difficile dire cosa fare per stimolare lo sviluppo di un sistema economico. Più facile è dire cosa non fare: l’Europa, ahimè, ce ne offre copiosi esempi. Voglio citare soltanto un caso clamoroso di questi ultimi tempi. E’ noto come la BCE, con in prima linea il suo governatore, stia cercando in vari modi di...
Crisi PMI, quando serve un manager. Intervista a Marco Calleri

Crisi PMI, quando serve un manager. Intervista a Marco Calleri

Ci sono situazioni in cui le imprese familiari hanno bisogno di un profondo ripensamento e di una incisiva ristrutturazione. L’imprenditore, per varie ragioni, non ce la fa più ad andare avanti da solo, e non è più sufficiente il supporto professionale, solitamente prezioso, del consulente di direzione. In queste situazioni, è necessario avvalersi del supporto...
Se questa è Europa

Se questa è Europa

Il fatto ha dell’incredibile. Eppure è passato quasi in sordina, come una cosa “normale”. La Commissione Europea, geniale come al solito, ha messo a punto un nuovo e più “performante” sistema di calcolo del PIL, il noto indicatore che misura la produzione di beni e servizi di un Paese. Il nuovo sistema si chiama ESA...
Alla prova del Def

Alla prova del Def

Dal punto di vista dell’impostazione generale, non è facile parlarne male nemmeno per i detrattori più irriducibili. Il documento di economia e finanza varato dal Governo presenta indubbiamente alcuni interessanti elementi di novità. E’ innegabile che la previsione di una “quattordicesima” (80 euro mensili) per dieci milioni di cittadini con redditi bassi rappresenti una boccata...
Spending che sì, spending che no

Spending che sì, spending che no

Da qualche giorno non si parla d’altro: tutti a chiedersi dove il nuovo attivissimo premier troverà i famosi dieci miliardi, ai quali si aggiungeranno le risorse che saranno necessarie per realizzare le prossime riforme già “vendute”  pure all’estero (prima tra tutte la riforma del lavoro). La verità è che, di preciso, non lo sa nemmeno...
AAA cercasi dieci miliardi disperatamente

AAA cercasi dieci miliardi disperatamente

E’ il minimo sindacale. Il primo, vitale, banco di prova per il Governo Renzi (ma soprattutto per il Paese) è la riduzione del cuneo fiscale di almeno 10 miliardi. Veramente, per essere precisi, i miliardi di taglio necessari che gli economisti hanno calcolato per consentire all’Italia di avvicinarsi alle proporzioni tedesche sarebbero circa 25. Obiettivo...